Menu
ato5acqua.toscana.it Senza categoria Pulizia degli occhiali 3D

Pulizia degli occhiali 3D

Spesso succede che occorra pulire e curare le periferiche che utilizziamo per guardare film o giocare in tre dimensioni. Sicuramente la pulizia degli occhiali 3D diventa importante per permetterci di avere dei risultati ottimali e ci consente un utilizzo davvero ottimale, e soprattutto necessaria per non rovinare questi dispositivi. Rischiare di sciupare infatti questi supporti che hanno dei costi anche abbastanza alti è un vero peccato e a volte basta davvero un piccolo errore per graffiarli o renderli inservibili. Sostanzialmente questo tipo di occhiali spesso non si differenzia più di tanto rispetto a qualunque altro paio di occhiali, ma dipende dal tipo di lenti. I più semplici occhiali 3D e anche i più economici sono quelli chiamati passivi e presentano delle vere e proprie montature tradizionali che sono in genere in plastica con lenti particolari. Il materiale di cui sono fatti i più economici è spesso solo plastica, e quindi si pulisce con un panno inumidito e magari un solvente poco aggressivo. Il problema principale diciamo che sono comunque le lenti, occorre necessariamente riuscire a pulirle senza graffiarle. Il materiale migliore per togliere polvere e grasso dalle lenti è sempre la microfibra. Utilizzare invece la carta è del tutto sconsigliato, è anche vietato alitare sulle lenti e strusciarle con un pezzo di carta o stoffa qualunque, sicuramente si graffieranno! Magari si tratterà di incisioni molto piccole che lì per lì non si vedono ad occhio nudo, ma a lungo andare vanno a creare una patina opaca che sciupa per sempre la superficie. In genere per quanto riguarda la pulizia degli occhiali 3D usa e getta dei cinema si fa un discorso diverso, spesso infatti sono dati in uso per la durata del film e poi devono essere riconsegnati mettendoli in appositi contenitori. Non sono buttati come si potrebbe pensare, ma vengono puliti con speciali apparecchi antibatterici disinfettanti. Questi occhiali sono gli stessi usati da altre persone per altri film, che sono trattati quindi con un igienizzatore ad ultrasuoni per eliminare qualsiasi tipo di batteri. Se si desidera invece riutilizzarli in casa, dovranno essere puliti come tutti gli occhiali con un panno in microfibra e un solvente delicato. Per avere altri consigli sulla manutenzione di questi strumenti cliccate sul link e visitate il sito miglioriocchiali3d.it