Menu
ato5acqua.toscana.it Senza categoria I consigli per usare correttamente una lavasciuga

I consigli per usare correttamente una lavasciuga



La lavasciuga è l’elettrodomestico capace di svolgere le funzioni sia di una lavatrice che di un’asciugatrice ma in un’unica macchina. Questo apparecchio è molto utile quando ci sono problemi di spazio in casa. Imparare ad usare una lavasciuga non è difficile: con questo elettrodomestico si fa il bucato e al contempo si asciugano gli indumenti. Una soluzione pratica per risparmiare tempo. La scelta del modello va fatta in base alla disponibilità economica e alle esigenze personali dell’acquirente. Una volta conclusa l’installazione si parte con l’avvio dell’apparecchio.

Come fare

Per utilizzare bene la lavasciuga e soprattutto assicurarle una lunga vita dobbiamo tenere conto di alcuni accorgimenti. Dobbiamo cercare di fare centrifugazioni ad alto numero di giri per ottenere risparmi in termini sia di energia elettrica che di tempo. L’acqua, una volta concluso il lavaggio, sarà poca e dunque la fase dell’asciugatura avverrà in poco tempo. Inoltre una volta che la lavasciuga ha concluso l’operazione di lavaggio dei nostri indumenti, possiamo pensare bene di chiudere il tubi dell’acqua in modo da ridurre i costi.

La capacità di carico della lavasciuga cambia a seconda dell’operazione – lavaggio o asciugatura – così come spiegato su lavasciugamigliore.it. Nella fase dell’asciugatura, infatti, la capienza prevede una quantità inferiore rispetto a quando si procede al lavaggio dei panni. Non bisogna mai trascurare la manutenzione della lavasciuga: è fondamentale infatti usare un anti-calcare in modo che il funzionamento della macchina non venga mai compromesso.

I capi di abbigliamento

Una delle regole principali quando si usa una lavasciuga è quella di dividere i capi di abbigliamento. Tale catalogazione va fatta in base alle etichette. L’elettrodomestico presenta infatti dei programmi specifici con cicli dedicati a diversi tipi di tessuto: cottone, sintetici, lana, pelle. Ognuno ha un suo diverso tempo di asciugatura. Altra distinzione ancora va fatta tra i tessuti sintetici in spugna e quelli in cotone. Se utilizzata bene, la lavasciuga evita all’utente di passare pure alla stiratura degli indumenti.

Occhio infine alla temperatura: ogni indumento va trattato in maniera diversa in base a quanto illustrato dall’etichetta. Per i capi di abbigliamento sintetici la temperatura variabile è tra i 50 e i 70 gradi centigradi. Se invece ci stiamo occupando di fibre più sensibili allora è meglio impostare la temperatura tra i 30 e i 50 gradi. Infine per i capi in cotone, soprattutto se non vogliamo stirarli, possiamo scegliere di impostare la temperatura tra i 70 e i 90 gradi. Non vi resta che provare. Buon lavaggio!